Day 3 Tokyo: Tsukiji Market, Ginza, Roppongi!

Oggi sveglia alla buon ora per un appuntamento immancabile per chi visita Tokyo: il mercato del pesce o Tsukiji Nippon Fish Market. In realtà la parte più interessante sarebbe l’asta del pesce, che si tiene ogni mattina a partire dalle 05 per solo 120 persone, ma questo comporterebbe, su consiglio del nostro receptionist una sveglia alle 03.00 per essere in coda con un certo anticipo…. decidiamo di saltare questa esperienza mistica e passare direttamente alla parte successiva, ovvero la visita ai padiglioni, aperti al pubblico a partire dalle 10. Il clima è del tutto surreale, intorno a noi si susseguono decine di banconi con varietà di pesci di ogni genere e pescivendoli intenti a smantellare il tutto, pronti a ricominciare poi la giornata successiva. 

Subito fuori dai padiglioni principali altri stand offrono sushi freschissimo per una colazione in tipico stile giapponese. Non possiamo di certo tirarci indietro, ci mettiamo quindi in fila ed in men che non si dica davanti anni ecco serviti degli ottimi sashimi. Ce n’è per tutti i gusti sia in termini di costo che di gusto e noi optiamo per un sashimi misto ed uno solo di salmone. La freschezza si sente così come tutto il gusto del pesce, cosa che difficilmente si percepisce nei nostri ristoranti giapponesi. Speciale senza dubbio il tonno, con il suo colore rosso sangue e le sue venature che gli conferiscono morbidezza e scioglievolezza sul palato.


Sono solo le 11, ed il sole risplende alto sulla Capitale Giapponese, ci armiamo di coraggio per affrontare la calura e ci spostiamo in zona centrale verso Ginza.

Ginza è sicuramente un quartiere fantastico per lo shopping se avete tanti soldi da spendere, anche qui infatti si susseguono le grandi marche della moda internazionale in boutique veramente d’eccezione. Da non perdere lo shop Hermes totalmente in vetro ceramica e per le beauty addicted quello Shiseido. Un’altra attrazione da non perdere nel quartiere è il Sony Building, una decina di piani di assoluta tecnologia, in un’esposizione che va da le ultime uscite commerciali della casa giapponese, alle innovazioni più all’avanguardia. 


Proseguendo nel quartiere ci spostiamo verso una parte più tranquilla del quartiere, direzione Imperial Palace. In realtà, per non creare false aspettative, quello che potrete visitare è solamente il giardino circostante il palazzo imperiale, ma come tutti i giardini giapponesi, sarà in grado di offrirvi grandi soddisfazioni per la sua sobrietà ed eleganza. 


Facciamo una pausa al fresco di albero sdraiati su un prato di un verde brillante e poi ripartiamo verso Roppongi Hills per visitare la Mori Tower, torre panoramica dalla quale si gode una vita mozzafiato su tutti la città.

Temporeggiamo per arrivare giusto in tempo per il tramonto, e la fila di un’oretta ci aiuta nell’intento. Paghiamo i biglietti (circa 18 euro a persona) e poi l’ascensore ci porta in vetta dove ci attende una vista mozzafiato a 360 gradi, ma a farla da padrona è lei, la Tokyo Tower, anche nota come la Tour Eiffel di Tokyo. Eh si, avete capito bene, i giapponesi non si fermano davanti a nulla, tanto da aver costruita la loro Tour Eiffel al centro della città :) attendiamo che il buio cali sulla città e ci godiamo il panorama con la musica di sottofondo, osservando le centinaia di lucine rosse dei palazzi accendersi una dopo l’altra.


Per cena rimaniamo a Roppongi Hills, con la curiosità di andare a sperimentare la famosa carne giapponese. Scegliamo il Cossott'e SP. I più ricchi potranno lanciarsi in una cena a base di carne Kobe, la carne che prende il nome dall’omonima città dove i capi di bestiame vengono allevati con massaggi alla birra e musica classica, a partire da circa 100 € al piatto. Noi invece optiamo per una non troppo più economica Wagyu, da cuocere alla griglia direttamente installata al centro del nostro tavolo. Tre tagli per noi: schiena, addome e coscia (i gesti della cameriera che non parlava inglese erano meglio di 1.000 parole), per un gusto che credetemi, non avevo mai provato prima…. una vera delizia! Non poteva poi mancare un buon ramen per noi e il consueto riso bianco ad accompagnare il tutto. Totale? 40 euro a testa, per una cena che sicuramente non ti fa alzare tavolo satollo, ma con lo sfizio di aver assaggiato una delle carni più buone al mondo.


Per maggiori dettagli:

 

Mercato del pesce (Tokyo): https://it.wikipedia.org/wiki/File:Tsukiji2.jpg

Mori Tower roppongi Hills (Tokyo): http://www.mori.art.museum/eng/info/access.html

Cossott'e SP (Tokyo): http://www.marcotogni.it/cossotte/

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Roberta (mercoledì, 21 settembre 2016 12:52)

    Quanta nostalgia mi fai venire con i tuoi articoli sul Giappone! Il sushi a colazione al mercato del pesce è un'esperienza indimenticabile :)